Storia di una startup virtuosa – Casavo

Storia di una startup virtuosa – Casavo

In economia con il termine startup si identifica una nuova impresa nelle forme di un’organizzazione temporanea o una società di capitali in cerca di soluzioni organizzative e strategiche che siano ripetibili e possano crescere indefinitamente. Inizialmente il termine veniva usato unicamente nel settore terziario avanzato. Oggi, con la diffusione del software, aziende appartenenti ad un altro settore economico possono sperimentare le stesse soluzioni. (fonte wikipedia)

Oggi vi voglio raccontare la storia di Casavo, la piattaforma italiana online leader nel mercato dell’ instant buying immobiliare, una startup che, dalla sua fondazione nel 2017, ad oggi ha sviluppato il suo business in diverse città in Italia partendo da Milano.

Casavo si presenta come la soluzione ideale per chi ha bisogno di vendere in tempi rapidi o per chi semplicemente desidera evitare stress, impegni e incertezza. Non pretende di sostituire i modelli di vendita tradizionale, ma vuole rappresentare un’alternativa. Attualmente Casavo si occupa di immobili all’interno del comune di Milano, di Roma, di Torino, di Bologna e di Firenze.

Nel corso dei primi due anni di attività Casavo è stata supportata da diversi investitori, tra cui la statunitense Greenoaks Capital, le tedesche Project A Ventures e Picus Capital, oltre al fondo di investimenti italo-francese 360 Capital, Kervis Asset Management, Boost Heroes (holding guidata da Fabio Cannavale), Marco Pescarmona (fondatore e presidente di MutuiOnline) e Rancilio Cube.

Casavo, che è risultata la startup più finanziata in Italia nel 2019, ad oggi ha effettuato più di 300 acquisizioni immobiliari per un valore di oltre 85 milioni di euro. Il team è cresciuto fino a circa 100 persone e più di 1.000 agenzie immobiliari hanno aderito al network Casavo a Milano, Roma, Torino, Firenze e Bologna. Recentemente ha annunciato l’ingresso sul mercato immobiliare spagnolo.

Oggi Casavo ha completato la prima emissione di titoli di debito con un player istituzionale. I titoli emessi sono stati sottoscritti da Amundi SGR S.p.A., per conto del fondo mobiliare chiuso “Amundi Progetto Italia”.

Siamo orgogliosi di questa operazione perchè oltre alla raccolta di ulteriore capitale, ci ha permesso portare a termine con successo la nostra prima emissione di titoli di debito con un player istituzionale, potendo cosi continuare ad esplorarenuove opportunità di investimento e finanziare il nostro ambizioso piano di crescita transazionale”, ha dichiarato Giuseppe Caputo, CFO della startup milanese, che ha seguito tutte le fasi dell’operazione con il suo team di corporate finance.

Casavo è cresciuta rapidamente e ha conquistato la fiducia del mercato e degli investitori. L’ingente afflusso di capitali testimonia una forte fiducia nei confronti del nostro innovativo modello di business” dice Victor Ranieri (Country Manager Italia)

Annunci

paololeccese

Lascia un commento

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBEDI PAOLO LECCESE

CLICCA QUI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: