In questo periodo molti stanno scrivendo di CASAVO e dalla importante raccolta di capitale avvenuta in queste settimane, la più importante per una startup immobiliare avvenuta in Italia e molti si sorprendono della capacità di raccolta di capitali da parte di questa società così giovane.

Victor Ranieri, Country manager italia di Casavo, già un anno fa spiegava in televisione, durante una puntata di Bricks and the City quali fossero le politiche di espansione di questa giovane società in relazione alla emissione di titoli di debito.

L’operazione di questi giorni è considerata, “unica nel suo genere, ed è finalizzata a reperire risorse sul mercato internazionale nell’ambito dei processi di vendita, ristrutturazione e ricollocamento di immobili residenziali sul mercato – cosi si legge nel comunicato stampa di Banca Finint che continua – Banca Finint ha partecipato all’innovativa operazione di securitisation con Casavo e Goldman Sachs, unica nel suo genere nel settore del real estate. Si tratta della cartolarizzazione immobiliare nel contesto di un’operazione di acquisizione di immobili promossa da Casavo, piattaforma italiana PropTech, leader di mercato con il modello dell’instant buying immobiliare. La struttura dell’operazione è senza precedenti e permetterà, attraverso un veicolo di cartolarizzazione immobiliare, di reperire risorse finanziarie finalizzate ad alimentare il core business della stessa Casavo che consiste nell’agevolare i processi di vendita, ristrutturazione e successivo collocamento degli immobili a compratori finali. Banca Finint è Servicer, Corporate Servicer e Computation Agent dell’operazione. Goldman Sachs ha agito in qualità di Arranger e Senior Lender. I titoli junior sono stati sottoscritti dalla stessa Casavo che svolge anche il ruolo di Asset Manager nell’operazione. Luigi Bussi, Head of Corporate & Investment Banking di Banca Finint ha commentato: “Siamo molto soddisfatti di mettere la nostra expertise nel campo della securitisation a servizio di un’operazione unica nel suo genere al fianco di partner di primo livello come Casavo e Goldman Sachs, che ringraziamo per la fiducia accordata alla nostra struttura. Si tratta di un’iniziativa pionieristica nel campo immobiliare a cui siamo felici di poter contribuire con la nostra specializzazione in gestione di operazioni complesse di cartolarizzazione e con cui confermiamo la nostra leadership in questo settore.”

Il round di finanziamento di debito sino a 150 milloni di euro da parte di Goldman Sachs ha affiancato quello di equity da 50 milioni di euro guidato da Exor Seeds, il veicolo di investimento di venture capital di Exor, la holding della famiglia Agnelli, quotata a Piazza Affari. Al round hanno partecipato come nuovi investitori anche i fondi P102 Italia 500 di Azimut Libera Impresa sgr (gestito in delega da P101 sgr) e Bonsai Partners, fondo di venture capital spagnolo che investe in realtà tecnologiche in tutta Europa. Il round è stato sottoscritto anche da alcuni degli investitori già presenti nel capitale di Casavo: Greenoaks Capital, Project A Ventures, 360 Capital e Picus Capital.

Casavo, al primo posto della Top Startups Italia 2020 di Linkedin, ha chiuso il 2020 con crescita a tripla cifra grazie allo sviluppo di un’esperienza utente totalmente digitale, riducendo il tempo medio di vendita da 6 mesi a 30 giorni e creando un modello inclusivo che genera valore per tutti gli attori dell’ecosistema immobiliare. Fondata a Milano nel 2017 da Giorgio Tinacci, scelto da Forbes Italia per gli Under 30 del 2019 nella categoria ‘Consumer Tech’, Casavo è una piattaforma tecnologica (Instant Buyer) che presenta offerte dirette per l’acquisto di immobili, e dopo la ristrutturazione, trova gli acquirenti finali. Ha effettuato più di 1100 transazioni immobiliari ad oggi per un valore di oltre 300 milioni di euro. Con un team di 200 persone, opera attualmente a Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna, Verona e Madrid. 

Related Posts
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: